Accesso Utenti

Percorso

Cerca

    torri costiere

 Le difese costiere dell'Asinara

Durante tutto il XVI secolo il sistema difensivo del Regno di Sardegna fu messo a dura prova e dimostrò tutta la sua fragilità. La flotta turca divenne padrona incontrastata del Mediterraneo. In questa fase, l’isola dell’Asinara divenne una comoda e sicura base per i corsari che, indisturbati, potevano fare acqua e legna, riparare le navi, cacciare e attaccare i villaggi costieri. Al fine di elaborare un efficace piano di difesa militare contro la minaccia turca, l’ingegnere cremonese Rocco Cappellino, durante il suo soggiorno in Sardegna tra il 1552 ed il 1572, effettuò una ricognizione territoriale, elaborando così, nel 1577, la prima carta geografica della Sardegna in cui compare l’Asinara: era indubbiamente il miglior prodotto cartografico del XVI secolo. Il 30 giugno 1583, alla presenza del vicerè Michele di Moncada, il Parlamento riunito a Cagliari prese la storica decisione di realizzare una rete difensiva costiera. Inoltre facendo seguito alla richiesta della città di Sassari (era l'anno 1590), di una fortificazione a presidio della navigazione dello stretto di Fornelli e a difesa della pesca del corallo contro i corsari, si decise di risistemare il vecchio fortilizio medioevale del Castellazzo che in quel periodo era in rovina. Quindi sia la costruzione delle torri di Cala d’Arena, Cala d’Oliva e del Trabucato che il ripristino del Castellazzo nascono dalla comune esigenza di vigilare e porre un freno alle frequenti incursioni dei barbareschi. Nella cartina sono stati inseriti, in corrispondenza dei cerchi rossi, dei collegamenti alle pagine web relative alle tre torri e al Castellazzo: in esse sono descritte nel dettaglio la storia e alcune misure relative alle strutture di avvistamento e difesa.

L’immagine a sinistra (archivio ENTE PARCO ASINARA) è una veduta dall’alto della torre di Cala d’Arena con tutta l’insenatura e il corso d’acqua che si intravvede sulla spiaggia: acqua che è servita sicuramente ai pirati quando sbarcavano sull’isola per approvvigionarsi. L’immagine centrale e quella a destra sono delle vedute panoramiche della zona di Fornelli e Cala Reale scattate dalla cima del Castellazzo e da quella della torre di Trabucato. N.B.: l’immagine posta al centro ha una dimensione di 4,57 MB mentre quella posta a destra ha una dimensione di 2,75 MB.

sognAsinara Società Cooperativa | Reg. Impr. C.F. e P.I. 02249410909

Copyright © 2015. All Rights Reserved.