Accesso Utenti

Percorso

Cerca

    torri costiere

 Cala Arena

Il 15 giugno del 1611 una gruppo di persone influenti (tra queste anche il sassarese Antonio Canopolo vescovo di Arborea) sono a Cala d’Arena per decidere in quale punto costruire la nuova torre. La scelta cadde su una località vicina all’insenatura, denominata Cabu Ruiu. Da quel punto la torre avrebbe sorvegliato e protetto altre quattro cale e la sorgente d’acqua. La torre venne progettata dal capitano ordinario delle Opere del Regno di Sardegna Andrea Perez, mentre la costruzione venne affidata ai capi mastri Girolamo Carta e Giorgio Lochi. Nel 1721 l’ingegnere Felice De Vincenti sottolinea lo stato di abbandono della torre. Nel 1761 il luogotenente di artiglieria Miolis espose al vicerè le ragioni per cui riteneva opportuno riparare la torre di Cala d’Arena. Essa infatti avrebbe protetto le vicine insenature dagli sbarchi dei mori che vi approdavano per rifornirsi d’acqua o impadronirsi del bestiame. Secondo le sue indicazioni, adeguatamente restaurata, la torre doveva essere governata da un alcaide, un artigliere, 5 soldati e dotata di armi. Ma nel 1767 si decise di non procedere perché si utilizzava la struttura per fare contrabbando, tant’è che nel 1799 Giuseppe Cossu nella sua descrizione del sistema difensivo del golfo dell’Asinara denuncia il fatto che la torre risultava rovinata e senza guarnigione.

calarenas
Cala d'Arena: una veduta panoramica comprendente la torre e la cala. N.B.: il corso d'acqua non si vede perchè la foto è stata fatta il 25 luglio del 2009. L'immagine ha una dimensione di oltre 6 MB.

sognAsinara Società Cooperativa | Reg. Impr. C.F. e P.I. 02249410909

Copyright © 2015. All Rights Reserved.